Quando la tecnologia #guardaavanti

Tecnologie al servizio della sicurezza stradale

Resistere alle tentazioni

Forte è la tentazione di non abbandonare mai cellulari, smartphone e tablet: sono ormai strumenti fedeli al nostro servizio, nelle nostre mani in ogni momento
Perfino quando siamo a bordo di un’auto o sui mezzi a due ruote, ci improvvisiamo spesso acrobati, con un occhio alla strada e uno al telefono! Ma questa abilità spericolata è estremamente pericolosa.

COMANDO_TELEFONO_VOLANTE_WEBRecenti indagini sulle fonti di distrazione alla guida hanno certificato che un giovane su quattro, su un campione di 7000 europei tra i 18 e i 24 anni, si è fatto un “selfie” al volante, 2 su 4 hanno ammesso di aver più volte scattato foto durante la guida, 1 su 4 “posta” o controlla i social network (Ricerca Ford 2014). È nell’esperienza di tutti vedere addirittura sulle nostre strade motociclisti che reggono il manubrio con la mano destra e messaggiano con la sinistra, oppure tengono il cellulare incastrato tra il casco e l’orecchio. Anche la nostra ASAPS (Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale) ha svolto su tutto il territorio nazionale un monitoraggio su oltre 30.000 casi, in diverse fasce orarie. I risultati sono allarmanti: un conducente su 8 utilizza il telefono durante la guida, per comunicare con altre persone a voce o attraverso i servizi di messaggistica, piuttosto che per navigare in rete.

Ma cosa significa davvero guidare con il cellulare in mano?

Qualche esempio: scattare un selfie alla guida, anche se sembra un’azione rapidissima, comporta una distrazione di circa 14 secondi. Accedere ai social media può deconcentrare il guidatore per 20 secondi, mentre altri 7 sono i secondi durante i quali si distolgono gli occhi dalla strada, per cercare in rubrica un numero di telefono.

Per saperne di più sugli “effetti” del cellulare alla guida, nel senso dei tempi di attenzione e di reazione, leggi questa infografica.

Per un efficace paragone tra la durata delle nostre attività e i metri che percorriamo senza prestare attenzione al tragitto, leggi quest’altra infografica.

Una scelta sicura

Non ci rimane che scegliere se guidare o utilizzare il telefono? La risposta è no. Oggi sono proprio le nuove tecnologie mobile a garantirci un uso consentito, controllato e prudente dei nostri dispositivi telematici e un’esperienza di guida sempre più sicura.

Da un lato ci permettono di telefonare, messaggiare, connetterci ai social network senza distogliere lo sguardo dalla strada e mantenendo le mani sul volante o sul manubrio. Pensiamo ad esempio all’uso degli auricolari e del viva-voce, ma anche alle connessioni USB e Bluetooth, che ci permettono di utilizzare lo smartphone con semplici comandi vocali. Esistono inoltre dispositivi in grado di leggere e scrivere per noi sms e chat sui social network.

Dall’altro lato, le nuove tecnologie ci offrono sempre più strumenti per evitare gli incidenti stradali. Sensori intelligenti ci informano in tempo reale sugli ostacoli presenti sul nostro tragitto, sulle condizioni meteo, sui limiti di velocità. Sono anche in grado di monitorare il nostro comportamento, analizzando le variazioni di velocità e direzione, l’orario e la durata del percorso. E così i nostri mezzi di trasporto diventano intelligenti, in grado di parcheggiare da soli, svegliarci in caso di un colpo di sonno, mostrarci la strada su un display anche con la nebbia più fitta, frenare da soli se ci distraiamo.

Una rassegna sulle tecnologie disponibili

Ogni giorno vengono fatte nuove scoperte, vengono sviluppate idee a ritmi velocissimi: la tecnologia ha potenzialità enormi da offrirci in termini di soluzioni per la sicurezza stradale.

Nei prossimi articoli scopriremo insieme nel dettaglio tutte le innovazioni tecnologiche che possono migliorare la nostra vita e aiutarci ad essere dei guidatori attenti, intreconnessi e aggiornati.

Tornate a visitarci!