Finalmente ..a scuola!

Per tutto il secondo quadrimestre, il progetto TIM Guarda Avanti entra nelle scuole d’Italia. Sono oltre 100 i laboratori finanziati in 20 città, coinvolgono oltre 3.000 ragazzi in età “da patentino”, i genitori e gli amici. Prima tappa lunedì 23 febbraio a Torino, poi Piacenza, Milano, Ravenna, Roma, Napoli, Bari, Cagliari…

100 laboratori: guarda le gallery e i video

Tecnologia che guarda avanti
Il tour di TIM Guarda Avanti porta nelle classi esperienze fisiche e cognitive con tecnologie d’avanguardia: visori immersivi permettono di provare “virtualmente” a 360° i rischi di una distrazione da smartphone su una moto da corsa lanciata a tutta velocità in un circuito. Per misurare l’effettiva capacità di concentrazione dei ragazzi vengono impiegati totem dotati di eye-tracking, una tecnologia capace di monitorare il movimento degli occhi posti di fronte ad una strada in scorrimento.

(Pro)positività
Altra novità, rispetto a quasi tutti i progetti di prevenzione: nessuna immagine di morti e feriti, nessuna comunicazione intimidatoria, solo messaggi propositivi e motivazionali, in una parola “nudging”, che incentivano a fare meglio, a guardare avanti appunto, a tutelare il proprio futuro e quello degli altri.

E naturalmente, il challenge
I laboratori si concludono con un compito a casa: sensibilizzare amici e genitori, invitandoli a partecipare al “challenge” di TIM Guarda Avanti

img-interna-finalmente-a-scuola

E allora ragazzi, diciamolo insieme: «Chi sa guidare tiene spento il cellulare. Oppure usa l’auricolare ».

cartoline_whatsapp_800x500

La rete di scuole #guardaavanti
TIM e Ducati ringraziano per l’adesione al progetto, per la volontà di diffondere messaggi positivi di guida sicura e per la disponibilità ad ospitare i laboratori sulla sicurezza stradale: