#guardaavanti al WDW2016

Iannone #guardaavanti

TIM e Ducati hanno portato al World Ducati Week 2016 la campagna “Guarda avanti” per sensibilizzare il grande pubblico alla guida responsabile.

Lo spazio #guardaavanti al Misano World Circuit “Marco Simoncelli” ha accolto i visitatori con tecnologie d’avanguardia, capaci di coinvolgere e divertire i partecipanti, sensibilizzandoli nello stesso tempo a non distogliere mai attenzione e concentrazione durante la guida in moto: visori immersivi a 360°, che permettono di provare i rischi di una distrazione da smartphone simulando la guida di una moto da corsa in circuito, insieme ad un totem eye tracking che misura la capacità di tenere lo sguardo fisso sulla strada e di resistere alle distrazioni.

Emozionanti sfide motociclistiche virtuali tra piloti Ducati di MotoGP sono andate in scena sul maxischermo dello stand, vedendo tra i protagonisti anche gli stessi piloti Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, campioni di guida in pista e nei videogame.

 

Galleria fotografica

 

VIDEO

Tim #guardaavanti alla World Ducati Week
con Andrea Iannone, Andrea Dovizioso, Carlos Checa e Danilo Petrucci uniti nel promuovere il messaggio di sicurezza del progetto #guardaavanti

 World Ducati Week 2016 – colors
Andrea Iannone, Andrea Dovizioso, Carlos Checa e Danilo Petrucci si divertono insieme a #guardaavanti e ai fan Ducati al WDW2016

#VietatoMollare!

Il Tour #VietatoMollare è partito!

“Vietato Mollare tour”: Oscar Civiletti e Paolo Pirozzi in viaggio per AISM

vietato_mollare_apertura

La passione per la Vita e per la Ducati, ha portato due persone a condividere un viaggio…#VietatoMollare Tour

Oscar Civiletti, 31 anni, ingegnere, ducatista da sempre, convive con la Sclerosi Multipla da 11 anni. Paolo Pirozzi, 35 anni, conosciuto nel mondo come Ducati Hero, ha percorso oltre 560.000 km in sella a Ducati. È appena tornato dall’ultima impresa che gli è valsa l’ennesimo Guinness World Record.

Insieme per un viaggio a tappe in Italia, in sella a una Ducati per testimoniare due storie così diverse nella forma, ma simili nella sostanza.

Oscar non si è mai arreso dinnanzi alle difficoltà che la vita ha presentato lungo il suo tortuoso cammino, affrontando ogni singolo passo con il sorriso e la forza d’animo che lo contraddistinguono. Paolo ha girato più volte il mondo e le sue impervie strade, oltre il clima avverso, la fame, i pericoli dei paesi più remoti.

 

Le testimonianze delle persone con SM che incontreranno durante il viaggio.
L’arrivo a Roma durante il World MS Day (25 maggio 2016) celebrato ogni anno in oltre 60 Paesi: tema di quest’anno è l’indipendenza. Contestuale raccolta fondi per la ricerca scientifica.

Il progetto che si vuole finanziare riguarda la funzione dell’arto superiore nella SM: creazione di un data-set per ottenere dati normativi di misure soggettive e oggettive e sviluppo di uno strumento di valutazione SM specifico.

Lo studio, che coinvolgerà 4 centri neurologici italiani, permetterà di personalizzare le attività riabilitative a persone con SM che hanno difficoltà agli arti superiori. Deficit di forza, di coordinamento, di sensibilità sono tra i sintomi più comuni della sclerosi multipla, malattia che coinvolge in particolare i giovani.

Spesso, gesti banali come prendere un bicchiere d’acqua, scrivere, allacciarsi il casco della moto non sono così immediati, hanno bisogno di lunghi periodi di riabilitazione, grazie alla quale è possibile riacquistare sicurezza e autonomia.

Sono circa ottanta i sintomi della SM, imprevedibili e spesso invalidanti,  talvolta possono interferire e modificare la normale funzionalità dei nostri movimenti, da quelli più semplici a quelli più raffinati di braccia e mani.

Il deficit a carico degli arti superiori, spesso considerato meno grave rispetto a quello delle gambe e del cammino, nella pratica clinica, ancora richiede maggiori informazioni e dati.

Galleria Fotografica

 

Tappa di Bari

 

 On the road

 

Tappa di Settimo Veronese

 

Tappa di Verona

 

Ultima tappa: Roma

 

Materiali

  1. Vietato mollare tour – Comunicato stampa AISM
  2. Vietato mollare Tour – Intervista ai protagonisti
  3. Vai alla galleria fotografica
  4. Guarda la clip della tappa di Bari – #Vietato Mollare

Alla guida stop ai cellulari, studenti “vigili” in piazza Dante

09 marzo 2016, Il Mattino
L’iniziativa

Buche, serpentoni, semSenza-titolo-10afori non funzionanti. Per guidare a Napoli ci vorrebbe un esame speciale. Rischi che spesso provvediamo ad aggravare utilizzando il cellulare, indicato come causa numero uno degli incidenti stradali. I giovani ne fanno un uso disinvolto mettendo in pericolo se stessi e gli altri.

È così che Tim insieme alla Ducati hanno avviato una campagna di sensibilizzazione che domani a Napoli vedrà protagonisti gli studenti. I ragazzini diventeranno veri e propri «vigili urbani» e consegneranno a automobilisti e motociclisti indisciplinati un sacchetto dove riporre il cellulare per tutto il tempo che si è impegnati alla guida.

«Vogliamo invitare gli adulti ad una guida sicura e educare i ragazzi ad evitare i comportamenti scorretti spiega Cristiano Habetswallner responsabile sponsorizzazioni Tim – Coinvolgendo i più giovani ad aderire alle nostre campagne social e al nostro concorso speriamo di fornire un’ occasione per riflettere sulle conseguenze della distrazione alla guida».

Il concorso #guardavanti coinvolge sei scuole: il Convitto Vittorio Emanuele II, i licei Sannazaro e Don Milani, gli istituti Santa Lucia e Serra e l’ istituto Multicenter School. Gli studenti, domani dalle 10, a Piazza Dante costruiranno una campagna informazione multimediale. Ad accogliere gli studenti in piazza ci saranno Gigi e Ross dello show tv Made in Sud ed Ivan street artist milanese che insieme ai ragazzi interpreterà il concetto di sicurezza dipingendo un lenzuolo bianco che poi sarà messo all’ asta da associazioni locali.

Tra queste anche quella che si occupa delle vittime della strada: «All’ insicurezza delle strade non bisogna aggiungere distrazioni spiega Vito Cinquegrana presidente dell’ associazione Soprattutto in zone soggette ad incidenti come piazza di Vittorio o la circumvallazione esterna nei pressi di Casavatore».

Sulla sicurezza delle strade tanto invece sta svolgendo l’ Anas che come ricorda Gioacchino Lucangeli sta completando investimenti per 375 milioni. Dall’ università Federico II arrivano le
innovazioni tecnologiche: un software messo a punto dal dipartimento coordinato da Alfonso Montella, aiuterà gli uomini del capitano Ciro Colimoro della polizia municipale di Napoli ad archiviare
gli incidenti in una banca dati.

 

Le mille voci di Napoli!

3.000 ragazzi scendono in strada!

Guarda Avanti esce dalle scuole ed entra in tour!

Oltre 3.000 ragazzi scendono nelle strade e nelle piazze della loro città, per dire a tutti i motociclisti e gli automobilisti: “Alla guida, spegniamo il cellulare! Rendiamo le nostre strade più sicure!”

Li vediamo a Padova, Bologna, Bari, Napoli, Roma
aiutano i pedoni agli attraversamenti pedonali, pizzicano i guidatori al telefono e regalano loro sacchetti “riposa cellulare”, intervistano i passanti, li sorprendono con le candid camera, organizzano giochi sulla concentrazione con simulatori di guida e rally a pedali, realizzano grandi interventi di street art. Ma soprattutto, coinvolgono tanti tanti cittadini, fra i volti noti e meno noti, rendendoli TESTIMONIAL PER UN GIORNO.

Gran finale al Mugello, dove le due classi vincitrici del concorso porteranno la street guerrilla fra i tifosi del GP d’Italia TIM 2015.

Partecipa anche tu allo street tour di Guarda Avanti!

Scatta con l’hashtag #guardaavanti e rivedi la tua foto sul  social wall.

Vota i video del concorso e regala ai ragazzi della tua città un gita premio al GP d’Italia TIM 2015!

Le tappe del tour:

Adnkronos topnews

Bologna, Dovizioso e 600 giovani in campo per #Guardaavanti by Tim e Ducati
giochi e flash mob per diffondere l’uso corretto e consapevole del cellulare alla guida

Vai all’articolo completo sul sito di Adnkronos